APPROFONDIMENTI - L'ARTROSI


L'artrosi è una malattia degenerativa a carico della cartilagine articolare. Colpisce prevalentemente anca, colonna vertebrale, ginocchio, mani.

L'etiopatogenesi è legata a fattori generali, quali fattori genetici, di età, dismetabolici (obesità), endocrini; e a fattori locali, in cui facciamo rientrare, il principale fattore che determina l'artrosi: il sovraccarico funzionale. L'artrosi può essere causata localmente anche da traumi e deformazioni quali varismi e vagismi.

Lo squilibro funzionale, che implica un insulto meccanico costante sulla cartilagine, risulta comunque il principale fattore determinante artrosi.

La malattia si caratterizza per l'assottigliamento e la degenerazione progressive della cartilagine articolare iperstimolata, con esposizione e successiva degenerazione dell'osso subcondrale. La membrana sinoviale degenera e diventa ipertrofica, perdendo le sue funzioni di collante fra le superfici articolari.

L'esame radiografico rivela la progressiva riduzione della rima articolare, osteofitosi marginale, formazione di geodi. L'osteofitosi marginale rappresenta un tentativo dell'osso di scaricare la parte lesa dal sovraccarico, infatti si ha neoformazione di speroni ossei che tendono ad aumentare la superficie articolare.

Le alterazioni di cui sopra determinano una sintomatologia di dolore progressivamente sempre più intenso, soprattutto al mattino, e limitazione funzionale dell'articolazione, culminante in anchilosi (blocco). Oltre a questi due sintomi chiave, da valutare sono anche l'atrofia muscolare della muscolatura satellite, i crepitii in movimento, la deformità dell'articolazione. La storia clinica è solitamente caratterizzata da periodi iperalgici alternati a periodi di maggior sostenibilità della sintomatologia.

Il trattamento dell'artrosi si avvale di:

• Terapia medica: si impiegano farmaci che hanno azione di protezione e stimolo della cartilagine, quali l'acido ialuronico, la diacereina, la glucosamina solfato; vengono somministrati sia per bocca che come terapia infiltrativa locale specie a base di acido ialuronico.

• Fisiokinesiterapia: ha effetti cruciali soprattutto se eseguita nelle fasi precoci della patologia, è atta a mantenere il trofismo muscolare, che attutisce il lavoro delle articolazioni, e il range articolare. Importanti sono anche gli approcci in magnetoterapia e TECAR.

• Terapia chirurgica: ha due finalità, abolire il dolore e migliorare la funzione. L'approccio chirurgico è duplice:

  • Conservativa: limitata ad artrosi poco evolute. Si pulisce l'articolazione e si cambia la distribuzione del carico con osteotomia.Si tenta di modificare la biomeccanica articolare per scaricare la zona lesa. Di recente stanno prendendo piede le tecniche di medicina rigenerativa a partire dalle cellule staminali mesenchimali presenti nel tessuto adiposo.

  • Sostitutiva: si utilizzano protesi articolari, dette artroprotesi, che comprendono due strutture che vanno a sostituire le facce articolari dell’articolazione in questione. Le protesi possono essere cementate, o non cementate, in cui la stabilità è garantita dall'incastro e dal riempimento del canale midollare (fit and fill). Le non cementate sfruttano la rigenerazione ossea naturale, la stessa che avviene dopo una rottura, e in questo modo l'osso fisiologicamente ingloba la protesi.

Che differenza c’è tra artrosi e artrite?

L'artrite si differenzia dall'artrosi in quanto non è una degenerazione cronica ma bensì una patologia infiammatoria acuta o cronica a carico di una o più articolazioni, che può avere etiologie molto differenti (batteriche, traumatiche, autoimmuni, idiopatica). I sintomi classici dell'artrite comprendono, oltre al dolore e alla limitazione funzionale, arrossamento, tumefazione, e aumento della temperatura locale.

#artrosi #terapiachirurgicaconservativa #terapiachirurgicasostitutiva #esameradiografico #sintomatologiaartrosi #etiopatogenesi #tecarterapia #fisiokinesiterapia

65 visualizzazioni

Rispetto delle linee guida

Il sito rispetta le linee guida nazionali in materia di pubblicità sanitaria, secondo gli artt. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica.

Le informazioni contenute in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo, non promozionale e non sostitutive di una visita medica.

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon

This Website is Designed by

50.01 Production & Communication Ltd.

London, UK